Cassiere sospettato di furto: legittimo ricorrere ad indagini private

27 Gen Cassiere sospettato di furto: legittimo ricorrere ad indagini private

Cassiere sospettato di furto: legittimo ricorrere ad indagini private

La Corte di Cassazione, con Sentenza n. 12489/2011, ha precisato che il datore di lavoro può far compiere indagini ad investigatori privati nei confronti del lavoratore che svolge mansioni di cassiere ed è sospettato di sottrarre parte degli incassi. Inoltre, la Corte decreta che è legittimo il licenziamento basato sulle prove fornite da detti investigatori. Nel dettaglio, la Suprema Corte evidenzia che il divieto di vigilare e controllare i dipendenti, contenuto nella Legge n. 300/70, trova applicazione in riferimento al normale svolgimento dell’attività lavorativa. Nel caso in esame, però, il cassiere è anche tenuto alla tutela del patrimonio aziendale, e stante il sospetto da parte del datore di lavoro e la presunta violazione di obblighi extracontrattuali che hanno rilevanza anche in sede penale, il datore stesso può legittimamente affidarsi a investigatori privati per verificare l’onestà del proprio dipendente.

Cassiere sospettato di furto: legittimo ricorrere ad indagini private


federpol-toro-investigazioni
kcb-security-manager-toro-investigazioni
federpol-toro-investigazioni

Nel 2016 Toro Investigazioni ha risolto 208 casi