Se il dipendente è sospettato di furto, il datore di lavoro può farlo spiare dall’investigatore.

05 Set Se il dipendente è sospettato di furto, il datore di lavoro può farlo spiare dall’investigatore.

Se il dipendente è sospettato di furto, il datore di lavoro può farlo spiare dall’investigatore

Sentenza della Corte di Cassazione  N° 12489/2011

La Corte di Cassazione, con la Sentenza n. 12489/2011, ha sancito la legittimità a fini giudiziari delle prove raccolte dall’investigatore privato in relazione al comportamento del dipendente che sia sospettato di rubare denaro ai danni dell’impresa. Nello specifico la Suprema Corte ha sottolineato che, fermo restando il generico divieto imposto dallo Statuto dei lavoratori di far spiare il dipendente, nel caso in cui vi sia fondato sospetto che lo stesso sia responsabile di illeciti ai danni dell’azienda, il licenziamento potrà essere fondato sulle risultanze investigative e le stesse potranno altresì essere utilizzate come idoneo mezzo di prova nell’eventuale successivo procedimento.

Se il dipendente è sospettato di furto, il datore di lavoro può farlo spiare dall’investigatore


federpol-toro-investigazioni
kcb-security-manager-toro-investigazioni
federpol-toro-investigazioni

Nel 2016 Toro Investigazioni ha risolto 208 casi