Assegno di mantenimento

18 Set Assegno di mantenimento

Assegno di mantenimento

L’assegno di mantenimento svolge la propria funzione nella separazione legale dei coniugi: il giudice impone al coniuge che disponga di una migliore condizione economica  di contribuire al mantenimento dell’altro, se privo di adeguati redditi propri  che gli consentano lo stesso tenore di vita che aveva durante il matrimonio.

I presupposti per ottenere l’assegno di mantenimento sono:

a) una separazione legale;

b) l’assenza di redditi propri in capo al coniuge beneficiario;

c) la non addebitabilità della separazione al coniuge beneficiario (in altri termini, la separazione non deve essere avvenuta per sua colpa);

c) l’esistenza, in capo al coniuge obbligato, di redditi effettivamente sufficienti a garantire il mantenimento.

Questi presupposti devono essere valutati caso per caso dal giudice, il quale, al fine di determinare la cifra da versare , deve tener conto della disparità economica tra i redditi dei coniugi, del loro tenore di vita durante il matrimonio e di ogni altra circostanza rilevante (per es. nuove stabili relazioni sentimentali di uno o di entrambi i separati).

L’obbligo di mantenimento opera con efficacia retroattiva dal momento della domanda del coniuge beneficiario.

Assegno di mantenimento

 



federpol-toro-investigazioni
kcb-security-manager-toro-investigazioni
federpol-toro-investigazioni

Nel 2016 Toro Investigazioni ha risolto 208 casi