Licenziato per violazione dell’obbligo di fedeltà

02 Mar Licenziato per violazione dell’obbligo di fedeltà

Con la Sentenza n. 3739/ 2017 la Corte di Cassazione entra nel merito della legittimità del licenziamento di un dipendente per violazione dell’obbligo di fedeltà e di riservatezza dei dati dell’impresa.

In particolare la Suprema Corte ha stabilito che è legittimo il licenziamento di un dipendente trovato in possesso di appunti e informazioni relativi a materialicosti e fornitori: il provvedimento espulsivo è giustificato in quanto tali informazioni non gli erano mai state rese note dal datore ed esulavano dalle sue mansioni.

Inoltre, in sede giudiziale era stata prodotta una testimonianza da parte di un manager di un’impresa concorrente, che confermava di essere stato in contatto con il lavoratore per avere le citate informazioni.



federpol-toro-investigazioni
kcb-security-manager-toro-investigazioni
federpol-toro-investigazioni

Nel 2016 Toro Investigazioni ha risolto 208 casi