Grossi sospetti

26 Giu Grossi sospetti

Gianluca, manager di una importante azienda del settore dell’abbigliamento. Viaggia spesso all’estero: il suo ruolo manageriale consiste nel controllare che la produzione, rappresentata da alcune aziende ubicate in paesi dell’Est Europa, funzioni a regime. I vertici aziendali nutrono grossi sospetti che lo stesso manager non stia lavorando onestamente e correttamente. Giungono infatti alcune segnalazioni che il manager, che controlla l’intera catena di produzione dell’azienda d’abbigliamento, è coinvolto nella realizzazione di alcune linee di abbigliamento destinate al mercato parallelo. La fattispecie in oggetto è la concorrenza sleale con la conseguente divulgazione di know how aziendale e la slealtà professionale.
Sulla base di controlli effettuati dalle nostre unità operative e osservando il manager nei momenti in cui lo stesso soggiorna all’estero, si documentano con precisione tutti i suoi spostamenti e si identificano le persone incontrate dall’uomo. Il manager è solito cenare e intrattenere solidi rapporti personali con alcuni soggetti che scopriamo essere ex-fornitori dell’azienda committente, persone con cui l’azienda stessa ha di recente avviato importanti procedimenti legali a causa della violazione di alcuni accordi commerciali. La documentazione prodotta rappresenta un importante supporto per provare che lo stesso manager è coinvolto in faccende illecite che creano enormi danni economici all’azienda committente.



federpol-toro-investigazioni
kcb-security-manager-toro-investigazioni
federpol-toro-investigazioni

Nel 2016 Toro Investigazioni ha risolto 208 casi