La casa in montagna

26 Giu La casa in montagna

Serena, distinta signora quarantenne, madre di 2 figli minorenni.
Trascorre quasi tutti i fine settimana della stagione invernale,nonché tutte le feste natalizie, nella casa di montagna, acquistata con molti sacrifici economici dal marito imprenditore. Lui rimane in città impegnato nella conduzione della sua piccola azienda. “Sono felice che i miei figli siano in montagna con la mamma…è importante che stiano all’aria aperta e che si divertano” ci racconta l’uomo, nostro committente. Il comportamento della moglie però, lo ha insospettito ultimamente: “Ho notato che mia moglie riceve molti sms sul cellulare, non mi dice mai chi è il mittente; è cambiata la sua condotta comportamentale in casa, anche verso i figli e soprattutto è cambiato il suo desiderio sessuale nei miei confronti”, ci raccolta il committente.
Attiviamo i controlli del caso. Le nostre unità operative documentano che la donna ha una relazione extra coniugale con un istruttore di sci, quest’ultimo residente a poche decine di metri dalla casa di vacanza del committente, nel noto paese di montagna. Il comportamento indecoroso della signora, anche in presenza dei figli minori, può essere impugnato legalmente come cattiva condotta rispetto ai doveri di madre, oltre che di coniuge.


federpol-toro-investigazioni
kcb-security-manager-toro-investigazioni
federpol-toro-investigazioni

Nel 2016 Toro Investigazioni ha risolto 208 casi